article_image

Separazione di una vasta gamma di analiti polari con una fase stazionaria ibrida innovativa

  • Ideale per evitare lunghi processi di derivatizzazione o complessi accoppiamenti ionici.
  • Passaggio da una modalità di ritenzione a un’altra con semplici modifiche della fase mobile e con tempi di equilibratura brevi.
  • Ideale per aumentare la sensibilità e la selettività delle analisi LC-MS.

Semplificate l’analisi dei composti polari

Analizzare i composti polari utilizzando la cromatografia liquida è da sempre una procedura impegnativa. Scarsa ritenzione e forma del picco, fasi mobili complesse che potrebbero essere incompatibili con MS, lunghi tempi di equilibratura, scarsa sensibilità e necessità di derivatizzare il campione sono tutte criticità che riducono la produttività e l’efficienza del laboratorio. Lo sviluppo di un’innovativa colonna studiata specificamente per l’analisi di una vasta gamma di composti polari consente agli scienziati di evitare queste problematiche sfruttando appieno le potenzialità della cromatografia.

La vera forza della cromatografia

Uno degli aspetti più significativi, ma meno compresi, che influenzano le prestazioni del metodo è l’importanza di utilizzare la fase stazionaria adatta a una particolare separazione. Per l’analisi dei composti polari, le colonne a fase inversa non offrono un’adeguata ritenzione se non con il ricorso a fasi mobili complesse o alla derivatizzazione del campione per compensare la mancanza di interazioni efficaci tra gli analiti e la colonna. Tuttavia, abbinare gli analiti a una fase stazionaria con un potere risolutivo ad hoc vi permetterà di evitare complesse procedure di preparazione del campione, risparmiare tempo e denaro e ridurre le possibilità di errore.

La fase stazionaria delle colonne Raptor Polar X è studiata specificamente per la ritenzione selettiva degli analiti polari attraverso il bilanciamento di due meccanismi di ritenzione. Si tratta di una fase ibrida e unica, che è la soluzione ideale per analizzare una vasta gamma di composti polari, soprattutto quando accoppiata alla spettrometria di massa. Semplificate l’analisi dei composti polari grazie al potere risolutivo delle colonne Raptor Polar X di Restek.

Superiore alla somma di tutto ciò che la stessa colonna include

Consapevole che i meccanismi di ritenzione più usati per i composti polari sono la cromatografia a interazione idrofilica (HILIC) e lo scambio ionico, Restek ha sviluppato un’innovativa fase stazionaria che combina entrambe le modalità in un unico ligando. Poiché quest’unico ligando si lega alle particelle superficialmente porose, le colonne Raptor Polar X sono in grado di effettuare una ritenzione affidabile e una separazione efficiente di una vasta gamma di analiti polari.

Le tradizionali colonne ad applicazione specifica favoriscono un metodo di ritenzione piuttosto di un altro, e i vantaggi acquisiti nella ritenzione di un tipo di composto polare vanno a discapito della performance relativa agli altri. Invece, grazie all’innovativa fase della colonna Raptor Polar X (in attesa di brevetto) sono disponibili due meccanismi di ritenzione indipendenti per una ritenzione flessibile e perfettamente bilanciata (Figura 1). Semplici variazioni nelle condizioni della fase mobile permettono agli analisti di passare da una modalità all’altra e aggiustare in modo selettivo la ritenzione per i composti d’interesse senza dover attendere i lunghi tempi di equilibratura prima dell’utilizzo o tra i campioni.

Figura 1: La colonna Raptor Polar X può passare velocemente e facilmente da una modalità di ritenzione polare all’altra grazie a semplici variazioni delle condizioni della fase mobile, offrendo così capacità senza precedenti di ritenzione e separazione di una vasta gamma di composti polari, addirittura nella stessa analisi.


Raptor Polar X column can quickly and easily be switched between polar retention modes

Funzionamento: Cambio delle modalità di ritenzione

Quando si usa una fase mobile con una percentuale relativamente alta di acetonitrile nell’acqua, si forma uno strato acquoso sulla superficie della silice, in cui i composti polari possono ripartirsi. La partizione nello strato acquoso produce interazioni efficaci tra gli analiti polari e il ligando legato alla superficie della silice (Figura 2). Il nuovo ligando della fase stazionaria della colonna Raptor Polar X rende questa tecnica ancora più semplice, rendendo più veloci che mai l’equilibratura e la riequilibratura della colonna. Questo significa che le colonne nuove saranno rapidamente pronte all’uso e la produttività sui campioni aumenterà perché il tempo di ri-equilibratura necessario da un campione al successivo sarà molto ridotto.

Figura 2: La rapida formazione di uno strato acquoso sulla superficie della silice permette la partizione di un’ampia gamma di composti polari tra l’acetonitrile in fase mobile e lo strato acquoso. Questa partizione, unitamente alle interazioni con la fase stazionaria, definisce il meccanismo di ritenzione HILIC.


High Organic Mobile Phase

Per i composti polari di dimensione minore, questa elevata percentuale di acetonitrile genera forti interazioni tra gli analiti e la fase stazionaria, dando luogo a un’ottima ritenzione dei composti piccoli, molto polari e caricati. Per regolare la ritenzione basta semplicemente aumentare la quantità di acqua nella fase mobile. Questo trascinerà i composti polari caricati nella fase mobile, consentendone un’efficace eluizione. Passando a una fase mobile con una percentuale più elevata di acqua, la ritenzione dovuta alla partizione HILIC diminuirà e le caratteristiche della fase stazionaria di generare scambio ionico diverranno dominanti nel meccanismo di ritenzione (Figura 3).

Figura 3: In condizioni di fase mobile con un maggiore contenuto di acqua, i meccanismi di scambio ionico subentrano come metodo di ritenzione dominante per l’analisi dei composti polari.


Conditions with higher water content

Cambio della modalità di ritenzione: un esempio

Per illustrare l’azione di questi principi, la Figura 4 mostra come due tipi diversi di composti polari interagiscono con la fase stazionaria e come le loro risposte sono influenzate da semplici variazioni della fase mobile. In questo esempio, abbiamo analizzato due vitamine idrosolubili: la vitamina B3 (niacina), che è un acido organico, e la vitamina B1 (tiamina), che ha una carica positiva permanente.

Nel cromatogramma in alto è stata utilizzata una fase mobile altamente organica, che favorisce la separazione HILIC. Utilizzando la colonna Raptor Polar X con queste condizioni, si forma rapidamente uno strato acquoso sulla superficie delle particelle di silice. Questo favorisce la partizione dei composti polari dallo strato di acetonitrile nello strato acquoso, dove questi possono anche interagire con la superficie della silice e la fase stazionaria. In questo modo, i composti polari vengono trattenuti grazie alle interazioni idrofiliche con la fase stazionaria e vengono ancora eluiti in condizioni di fase mobile altamente organica. Ciò è di grande aiuto per l’analisi LC-MS/MS grazie alla migliore desolvatazione e a una maggiore efficienza della ionizzazione.

Il cromatogramma in basso evidenzia i cambiamenti cromatografici rilevati quando si cambia il meccanismo di ritenzione passando a una fase mobile con una percentuale di acqua più elevata. Più ci allontaniamo dalle condizioni ideali per la HILIC, meno vengono trattenute sia la vitamina B1 che la vitamina B3. Questo è dovuto al fatto che, con l’aumento della percentuale di acqua nella fase mobile, le condizioni si allontanano dalla ritenzione HILIC per avvicinarsi alle caratteristiche di ritenzione dello scambio ionico della fase. Anche l’ordine di eluizione cambia perché nelle condizioni di scambio ionico la vitamina B1 è meno trattenuta della vitamina B3.

Figura 4: Semplici variazioni alle fasi mobili, facili da preparare e compatibili con MS, possono enfatizzare o de-enfatizzare i vari meccanismi di ritenzione disponibili con la nuova fase stazionaria della colonna Raptor Polar X.

 Raptor Polar X Retention Mode Comparison: Buffered B Vitamins with 95% vs. 60% Mobile Phase B
LC_GN0652
ColumnRaptor Polar X (cat.# 9311A52)
Dimensions:50 mm x 2.1 mm ID
Particle Size:2.7 µm
Temp.:30 °C
Sample
Diluent:0.1% Formic acid in acetonitrile
Mobile Phase
Flow:0.5 mL/min
DetectorMS/MS
Ion Source:Electrospray
Ion Mode:ESI+
InstrumentHPLC
NotesMobile phase A: Water, 5 mM ammonium formate, 0.1% formic acid
Mobile phase B: Acetonitrile, 0.1% formic acid
Top chromatogram: 95% B, 10 min run, 2 μL injection (100 ppm B3, 0.01 ppm B1)
Bottom chromatogram: 60% B, 5 min run, 0.5 μL injection (100 ppm B3, 0.1 ppm B1)

Una ritenzione ibrida ben bilanciata vi permette di analizzare più composti utilizzando un unico metodo

È comune l’uso di colonne in maniera specifica, andando a focalizzare su un tipo di interazione ben determinato e ad escludere le altre modalità di interazione. Questo approccio funziona bene quando tutti gli analiti target hanno le stesse caratteristiche; tuttavia, i composti polari hanno tratti chimici ampiamente differenti. Nell’analisi dei composti polari, un approccio specifico nella scelta della colonna spesso si traduce nel dover utilizzare più metodi diversi con colonne o condizioni diverse a seconda dell’analita. Come mostrano gli esempi che seguono, la fase ibrida delle colonne Raptor Polar X è un’alternativa migliore perché il profilo di ritenzione multimodale permette di analizzare una vasta gamma di analiti target utilizzando lo stesso metodo.

Lista di contaminanti polari ispirata al metodo QuPPe

Il metodo europeo Quick Polar Pesticides (QuPPe) include una varietà di analiti polari, dagli erbicidi polari anionici, come il glifosato e composti correlati, a tutta una serie di oxicloro contaminanti, tra cui il clorato e il perclorato. Come mostra la Figura 5, la colonna Raptor Polar X trattiene e separa rapidamente questo mix eterogeneo, in cui l’ultimo composto eluisce in circa 10,5 minuti e con un tempo totale di corsa di soli 13 minuti. Questa separazione viene eseguita con fasi mobili semplici senza tampone, acidificate con lo 0,5% di acido formico per ridurre l’allargamento e lo scodamento del picco. Il metodo mostrato nella Figura 5 ha permesso anche la separazione dei composti con frammenti di massa simile, come l’AMPA dall’N-acetile AMPA e il fosetil alluminio dall’acido fosfonico e acido fosforico (un componente della matrice comunemente osservato e fonte di interferenza).

Figura 5: In questa analisi dei composti polari, un gruppo diversificato di analiti può essere separato con successo in una corsa singola grazie alle caratteristiche uniche di ritenzione bilanciata della colonna Raptor Polar X.

PeakstR (min)Conc.
(ng/mL)
Precursor IonProduct Ion 1Product Ion 2Product Ion 3Precursor 2Product Ion 2
1.Aminomethylphosphonic acid (AMPA)0.805200110.179.163.181.1--
2.Bialophos0.847100322.288.2216.1134.2--
3.Perchlorate2.5935101.084.95--98.983
4.Glufosinate3.376200180.285.295.1---
5.3-(Methylphophinico) propionic acid (MPPA)4.076100151.063.0107.1133.2--
6.Trifluoracetic acid (TFA)4.42320113.069.119.1---
7.2-Hydroxyethane phosphonic acid (HEPA)4.969100125.179.095.063--
8.Difluoroacetic acid (DFA)5.01820095.051.1----
9.Chlorate5.54210085.069.0--83.067.1
10.Ethephon5.564200143.1107.2---
11.Glyphosate6.113200168.163.179.1---
12.Bromide6.423200080.980.9--79.079.0
13.Bromate6.771600129.0113--127111.1
14.N-acetyl AMPA6.932200152.1110.162.9---
15.Fosetyl aluminum7.77580109.181.063.078.9--
16.Phosphonic acid8.27550081.162.9----
17.N-acetyl glufosinate9.980200222.2136.1134.159.0--
17 Polar Pesticide Panel on Raptor Polar X by LC-MS/MS
LC_FS0546
ColumnRaptor Polar X (cat.# 9311A32)
Dimensions:30 mm x 2.1 mm ID
Particle Size:2.7 µm
Pore Size:90 Å
Temp.:35 °C
Sample
Diluent:Water
Inj. Vol.:1 µL
Mobile Phase
A:Water, 0.5% formic acid
B:Acetonitrile, 0.5% formic acid
Time (min)Flow (mL/min)%A%B
0.000.53565
5.00.59010
11.50.59010
11.510.53565
130.53565
DetectorMS/MS
Ion Mode:ESI-
Mode:MRM
InstrumentUHPLC

Amminoacidi non derivatizzati

Gli amminoacidi sono un gruppo variegato di composti molto polari comunemente analizzati con la cromatografia a fase inversa o a scambio ionico, utilizzando la derivatizzazione pre- o post-colonna. L’analisi diretta degli amminoacidi non derivatizzati è complessa a causa della ritenzione limitata e della scarsa prestazione cromatografica. Tuttavia, gli amminoacidi non derivatizzati con catene laterali non polari, polari, con carica positiva e con carica negativa vengono tutti trattenuti e separati facilmente in un unico metodo sulla colonna Raptor Polar X. La Figura 6 mostra l’analisi di 21 amminoacidi, incluso un supplemento di taurina, nella matrice liquida di un latte artificiale per bambini utilizzando una semplice precipitazione delle proteine e l’analisi diretta dell’estratto risultante.

Figura 6: I composti con polarità diverse, come questi amminoacidi, possono essere analizzati utilizzando lo stesso metodo su una colonna Raptor Polar X.

PeakstR (min)Precursor IonProduct Ion
1.Tryptophan1.17205.07146.08
2.Phenylalanine1.26166.13120.10
3.Leucine1.41132.1386.10
4.Isoleucine1.55132.1386.10
5.Methionine1.62150.07104.10
6.Tyrosine1.69182.10136.08
7.Taurine1.91126.07108.07
8.Valine1.98118.1372.11
9.Proline2.29116.1370.09
10.Alanine3.0090.0344.10
11.Threonine3.12120.1374.08
12.Glycine3.6276.1030.11
13.Glutamine3.87147.1384.07
14.Serine3.93106.0760.09
15.Asparagine4.08133.1374.07
16.Arginine4.47175.1770.09
17.Histidine4.66156.07110.16
18.Lysine4.97147.1384.13
19.Glutamic acid5.89148.1084.10
20.Cystine6.10241.13152.00
21.Aspartic acid7.12134.0774.06
Underivatized Amino Acids Analysis in Baby Formula on Raptor Polar X
LC_FF0579
ColumnRaptor Polar X (cat.# 9311A12)
Dimensions:100 mm x 2.1 mm ID
Particle Size:2.7 µm
Temp.:30 °C
Sample
Diluent:20:80 Water:acetonitrile, 0.01 N HCl
Conc.: Endogenous amino acids
Inj. Vol.:5 µL
Mobile Phase
A:Water, 0.5% formic acid
B:9:1 Acetonitrile:water, 20 mM ammonium formate, pH3.0
Time (min)Flow (mL/min)%A%B
0.000.51288
3.500.51288
8.000.57030
8.010.51288
10.00.51288
DetectorMS/MS
Ion Mode:ESI+
Mode:MRM
InstrumentUHPLC
NotesA 200 µL aliquot of protein hydrolysate formula (Similac ALIMENTUM) was mixed with 800 µL of acetonitrile and 10 µL of 1 N HCl. After centrifugation at 4000 rpm for 5 minutes, the supernatant was diluted 20-fold with 20:80 water:acetonitrile (0.01 N HCl) and injected for analysis.

PFAS a catena da ultra-corta a lunga

L’ultimo esempio della capacità della colonna Raptor Polar X di massimizzare la produttività del metodo è un’applicazione che spiana la strada per test futuri. Gli attuali metodi LC-MS/MS per l’analisi di sostanze per- e polifluoroalchiliche (PFAS) sono centrati sui composti a catena corta (C4-C6), a catena lunga (C8 e oltre) e alternativi, e non includono composti a catena ultra-corta emergenti (C2 e C3). I metodi tradizionali a fase inversa per l’analisi dei PFAS non hanno una ritenzione sufficiente per i PFAS a catena ultra-corta. Di contro, altri metodi basati sullo scambio anionico hanno spesso troppa ritenzione e ciò si traduce in una scarsa performance cromatografica. Grazie ai meccanismi di ritenzione bilanciati della colonna Raptor Polar X, i PFAS a catena ultra-corta e a catena lunga possono essere analizzati tutti in un’unica corsa isocratica di 5 minuti (Figura 7).

Figura 7: I PFAS a catena ultra-corta, tradizionali o alternativi analizzati con un unico metodo sulla nuova colonna Raptor Polar X.

PeakstR (min)Conc.
(ng/L)
Precursor IonProduct Ion
1.11-Chloroeicosafluoro-3-oxanonane-1-sulfonate (11CL-PF3OUdS)1.25400630.78450.80
2.9-Chlorohexadecafluoro-3-oxanonane-1-sulfonate (9Cl-PF3ONS)1.34400530.78350.85
3.Perfluorooctanesulfonic acid (PFOS)1.38400498.8479.97
4.Perfluorohexanesulfonic acid (PFHxS)1.49400398.9079.97
5.Perfluorobutanesulfonic acid (PFBS)1.64400298.9779.97
6.Perfluoropropanesulfonic acid (PFPrS)1.73400248.9779.98
7.Perfluoroethanesulfonic acid (PFEtS)1.86400198.9879.92
8.Hexafluoropropylene oxide dimer acid (HFPO-DA)2.06400284.97168.92
9.Perfluorooctanoic acid (PFOA)2.11400412.90368.91
10.Ammonium 4,8-dioxa-3H-perfluorononanoate (ADONA)2.15400376.90250.93
11.Perfluorohexanoic acid (PFHxA)2.36400312.97268.90
12.Perfluorobutanoic acid (PFBA)2.76400212.97168.97
13.Perfluoropropionic acid (PFPrA)3.06400163.03119.01
14.Trifluoroacetic acid (TFA)3.77400113.0369.01
Ultrashort- Through Long-Chain and Alternative PFAS on Raptor Polar X
LC_EV0569
ColumnRaptor Polar X (cat.# 9311A52)
Dimensions:50 mm x 2.1 mm ID
Particle Size:2.7 µm
Temp.:40 °C
Sample
Diluent:50:50 Water:methanol
Conc.:400 ng/L
Inj. Vol.:10 µL
Mobile Phase
A:Water, 10 mM ammonium formate, 0.05% formic acid
B:60:40 Acetonitrile:methanol, 0.05% formic acid
Time (min)Flow (mL/min)%A%B
0.000.51585
5.000.51585
DetectorMS/MS
Ion Mode:ESI-
Mode:MRM
InstrumentUHPLC
Notes

Forza e bilanciamento combinati nella ritenzione multimodale

Sebbene le colonne Raptor Polar X siano progettate per avere caratteristiche di ritenzione ben bilanciate per l’analisi dei composti polari, la presenza di meccanismi multipli non ne diluisce la forza. Qui illustriamo il potere di ritenzione delle colonne Raptor Polar X utilizzando iniezioni dirette di grandi volumi per l’analisi delle tracce di glifosato nell’acqua.

I metodi di analisi del glifosato nell’acqua includono spesso anche il suo principale metabolita, l’AMPA, e il glufosinato, un altro erbicida di uso comune, che ha una struttura chimica simile. Questi composti polari anionici target devono essere rilevati ai bassi livelli di concentrazioni di parti per trilione (ppt), ma ciò è difficile specialmente perché (1) non sono trattenuti sulle colonne a fase inversa e (2) mostrano spesso una scarsa risposta a causa della chelazione con le superfici metalliche lungo il flusso del campione attraverso il sistema LC-MS/MS. La derivatizzazione e i reagenti di coppia ionica vengono spesso utilizzati per migliorare la performance, ma possono essere incompatibili con lo strumento e richiedere più tempo per la preparazione del campione.

La Figura 8 mostra l’analisi di glifosato, AMPA, e glufosinato a livelli di concentrazione pari a 20 ppt in acqua di grado HPLC con iniezioni dirette di 500 μL. In queste difficili condizioni acquose, la maggior parte delle colonne non riuscirebbe a ritenere gli analiti polari idrofilici, pregiudicando la forma del picco e la sensibilità. Invece la ritenzione sulla colonna Raptor Polar X è sufficientemente forte per catturare e trattenere i composti target anche durante l’iniezione di grandi volumi d’acqua. Una forte ritenzione si traduce in una buona forma del picco e in una buona risposta, consentendo una facile integrazione e identificazione. Una prestazione simile è stata osservata su un range di concentrazioni come mostrato nelle curve di calibrazione 100-1000 ppt (Figura 9).

Figura 8: La colonna Raptor Polar X trattiene con efficacia gli erbicidi anionici polari durante le iniezioni dirette di elevati volumi d’acqua a concentrazioni basse (20 ppt).

PeakstR (min)Conc.
(ng/L)
Precursor IonProduct Ion 1Product Ion 2Product Ion 3
1.AMPA1.11220110.0078.9062.9081.00
2.Glufosinate4.91320180.2094.9563.0085.00
3.Glyphosate5.95920168.1062.9578.95-
Polar Pesticides in Water at 20 ppt on Raptor Polar X by LC-MS/MS
LC_FS0549
ColumnRaptor Polar X (cat.# 9311A32)
Dimensions:30 mm x 2.1 mm ID
Particle Size:2.7 µm
Pore Size:90 Å
Temp.:30 °C
Sample
Diluent:HPLC water
Inj. Vol.:500 µL
Mobile Phase
A:Water, 0.5% formic acid
B:Acetonitrile, 0.5% formic acid
Time (min)Flow (mL/min)%A%B
0.000.5595
1.00.5595
3.00.59010
9.00.59010
9.010.5595
10.50.5595
DetectorMS/MS
Ion Mode:ESI-
Mode:MRM
InstrumentUHPLC

Figura 9: Curve di calibrazione 100-1000 ppt con l’uso di standard interni marcati isotopicamente e iniezioni dirette di grandi volumi d’acqua sulla colonna Raptor Polar X.


Calibration Curves Using Isotopically


Passivare o non passivare?

È difficile rilevare e quantificare il glifosato in tracce perché chela con i metalli attivi nel sistema LC. Anche se la colonna Polar X è di per sé trattata e arriva nel vostro laboratorio pronta all’uso, i componenti metallici presenti lungo il percorso del campione nella strumentazione LC potrebbero beneficiare della passivazione. La necessità o meno di passivare dipende dall’applicazione e dal setup della vostra strumentazione, ma per le analisi di sostanze polari la cui capacità di chelazione è nota (come il Glifosato) Restek raccomanda di trattare il vostro sistema LC con la sua soluzione passivante (cat.# 32475) prima di eseguire i vostri campioni.

Dalla qualità Raptor, che resiste alle prove del tempo, nasce una nuova fase stazionaria

La colonna Raptor Polar X è stata progettata, realizzata e testata per rispettare gli stessi rigorosi standard che rendono le colonne Raptor sinonimo di qualità. Potete sempre contare sul marchio di qualità Raptor: che si tratti di prestazioni robuste iniezione dopo iniezione nell’analisi di campioni reali in matrici complesse, come gli spinaci (Figura 10), o dell’affidabilità delle performance colonna dopo colonna, quando questa sarà da sostituire (Figura 11). Inoltre, l’approccio con un singolo ligando alla funzionalità di ritenzione ibrida della colonna Raptor Polar X garantisce che ogni colonna sia realizzata in modo uniforme e sia in grado di sopportare anche condizioni aggressive, come le iniezioni di grandi volumi d’acqua, senza intaccare la fase stazionaria.

Figura 10:L’eccellente forma del picco e la stabilità del tempo di ritenzione dopo centinaia di iniezioni di un estratto di spinaci mostrano la robusta performance delle colonne Raptor Polar X per l’analisi dei composti polari.

PeakstR (min)Conc.
(ng/mL)
Precursor IonProduct Ion 1Product Ion 2Product Ion 3
1.AMPA0.888100110.1079.0563.1081.10
2.Glufosinate3.343100180.2085.1595.10-
3.Glyphosate5.927100168.1063.0579.05-
Polar Pesticides in Spinach on Raptor Polar X by LC-MS/MS
LC_FS0547
ColumnRaptor Polar X (cat.# 9311A32)
Dimensions:30 mm x 2.1 mm ID
Particle Size:2.7 µm
Pore Size:90 Å
Guard Column:Raptor Polar X guard column cartridge 5 mm, 2.1 mm ID, 2.7 µm (cat.# 9311A0252)
Temp.:35 °C
SampleSpinach extract
Inj. Vol.:2 µL
Mobile Phase
A:Water, 0.5% formic acid
B:Acetonitrile, 0.5% formic acid
Time (min)Flow (mL/min)%A%B
0.000.53565
5.00.59010
6.50.59010
6.510.53565
80.53565
DetectorMS/MS
Ion Mode:ESI-
Mode:MRM
InstrumentUHPLC
NotesFrozen spinach was added to a Blixer processor with dry ice (3:1-4:1 ratio) and then ground into a very fine powder. The homogenate was placed into the freezer immediately. A 5.0 gram sample of the spinach powder was weighed into a 50 mL centrifuge tube (cat.# 25846). According to the QuPPe method (Quick Polar Pesticides Method), 5.0 mL of methanol with 1.0% formic acid was added into the centrifuge tube. The tube was shaken by hand for 1 min and then by a mechanical shaker vigorously for 5 min. After centrifuging for 10 min at 4200 rpm, the supernatant was filtered through a 0.22 μm filter (cat.# 23984). The final extract was fortified with the AMPA, glufosinate, and glyphosate at a final concentration of 100 ng/mL.

Figura 11:Le colonne Raptor Polar X garantiscono un’affidabile riproducibilità fra lotti diversi.

PeaksConc.
(ng/mL)
Precursor IonProduct Ion 1Product Ion 2Product Ion 3
1.AMPA100110.1079.0563.1081.10
2.Glufosinate100180.2085.1595.10-
3.Glyphosate100168.1063.0579.05-
Lot-to-Lot Comparison: Polar Pesticides in Solvent on Raptor Polar X by LC-MS/MS
LC_FS0543
ColumnRaptor Polar X (cat.# 9311A32)
Dimensions:30 mm x 2.1 mm ID
Particle Size:2.7 µm
Pore Size:90 Å
Temp.:35 °C
Sample
Diluent:Water
Inj. Vol.:5 µL
Mobile Phase
A:Water, 0.5% formic acid
B:Acetonitrile, 0.5% formic acid
Time (min)Flow (mL/min)%A%B
0.000.53565
5.00.59010
6.50.59010
6.510.53565
80.53565
DetectorMS/MS
Ion Mode:ESI-
Mode:MRM
InstrumentUHPLC

Colonne Raptor Polar X: rivoluzionate l’analisi LC dei composti polari

Scarsa ritenzione, bassa risposta e procedure di preparazione dei campioni complesse... l’analisi dei composti polari ha da sempre creato delle difficoltà per quanto riguarda la qualità dei dati e la produttività del laboratorio. Ora la colonna Raptor Polar X, con l’innovativa fase che unisce la ritenzione HILIC e quella a scambio ionico in un unico ligando, semplifica notevolmente l’analisi di questi composti difficili e variegati. Inoltre, attraverso il legame di quell’unico ligando alle particelle superficialmente porose (SPP), Restek ha creato una fase che ritiene e separa efficientemente una vasta gamma di composti polari. La sinergia creata da queste caratteristiche dà origine a una capacità senza precedenti di analizzare una vasta gamma di composti polari, fornendo uno strumento potente, performante e versatile agli scienziati che eseguono analisi LC in svariati settori.

Restek Domestic Customer Service

Oggetto

Messaggio

Nome e Cognome

Vostro indirizzo e-mail

Azienda

Indirizzo

Spam Block (Please leave this blank)
Aggiungi allegato, anche in Drag&Drop (facoltativo)
...

Campi Obbligatori

Grazie.

Il messaggio è stato inviato. La ricontatteremo non appena possibile.

Messaggio non inviato.

Siamo spiacenti, al momento non è stato possibile inviare il suo messaggio. Preghiamo di riprovare più tardi oppure di contattarci telefonicamente al numero +39 027610037

www.restek.com/Contact-Us